Leaf to Root

Nel loro libro “Leaf to Root – Gemüse essen vom Blatt bis zur Wurzel”, la giornalista enogastronomica Esther Kern, lo chef vegetariano Pascal Haag e il fotografo Sylvan Müller mostrano come evitare gli sprechi trasformando gli “scarti” come foglie, steli, gambi e radici in piatti deliziosi.
La domanda sorge spontanea: perché utilizzare gli scarti della verdura? Perché, come per la carne, dove il filetto non è necessariamente la parte migliore, anche nel caso della verdura si possono fare interessanti scoperte: mangiando le verdure dalla foglia alla radice (appunto from leaf to root) senza limitarne il consumo alle parti che ci hanno insegnato a mangiare da piccoli.
Leaf to Root non nasce da una situazione di carenza, ma dall’esatto contrario come reazione all’abbondanza. Si provano “ingredienti” nuovi, ci si apre alla sperimentazione stando comunque all’interno di un mondo che già si conosce. Questo nuovo approccio che suggerisce di considerare foglie e bucce non più come uno scarto ma come una risorsa in cucina, è il primo passo verso una nuova cultura della tavola che il libro esamina ed approfondisce nel dettaglio.
Cosa si può preparare con la barba delle carote, con le nervature delle foglie di cavolo riccio, con le bucce dell’anguria? Questo libro di cucina ce lo insegna con tante ricette semplici o più impegnative per spuntini, primi piatti, secondi e bevande.
Unica nel suo genere, la pubblicazione sarà fonte di ispirazione per ogni cuoco vegetariano professionista o amatoriale con la voglia di sperimentare e di scoprire le tradizioni culinarie di altri Paesi. “Leaf to Root” è un’opera standard in molte biblioteche gastronomiche, interessante anche come manuale per il giardiniere.

Edita da AT-Verlag, è in vendita nei negozi a 54,90 euro.

download PDFTorna a tutti gli articoli del giornale del piacere